31.1.12

Porta Chiusa


venerdì 17 febbraio 2012 ore 21.00

Il teatro come strumento principe di comunicazione.
Il testo/manifesto dell’incomunicabilità.
Un soggetto attualissimo dopo 50 anni.
La combinazione ideale per il progetto di una compagnia che basa la sua ricerca sulla “necessità” del Teatro.
I forti connotati socio-politici del pensiero sartriano, trovano nella messa in scena l’occasione di superare la barriera del contingente e aprirsi ad una dimensione mitica. L’ambientazione si proietta in una zona ai limiti della realtà temporale, forse un attimo dopo il presente. La dimensione surreale della piece conferma così la sua forza evidenziando oggi ancor più l’ordinaria follia del quotidiano.
Porta chiusa è una riflessione sul rapporto con gli altri: “les autres” è il titolo con cui il lavoro viene inizialmente pubblicato; l’autore dichiara “l’inferno sono gli altri” ma… gli altri siamo noi. Aprire la porta chiusa dalla volontà di isolamento, è un gesto di liberazione individuale, che diventa immediatamente collettivo; l’unico gesto possibile per uscire dall’inferno della commedia sociale.
Lo spettacolo fa parte della rassegna Voci del Territorio, promossa da Ruotalibera Teatro con la Provincia di Roma - Assessorato alle Politiche Culturali e in collaborazione con Roma Capitale Municipio Roma 6
Porta Chiusa
di J.P.Sartre
regia Roberto Negri
con Roberto Negri, Lavinia Biagi, Paola Tarantino, Miguel Ceriani.
assistente alla regia Alice Mele
musiche originali Fabio Lombardi
costumi Giulia Camoglio
luci e fonica Carlo D'Andreis
produzione Officina Dinamo
www.officinadinamo.it
Biglietto 8€ intero, 6€ ridotto
Info e prenotazioni 06/27801063 - 06/25393527